Archivio per la categoria ‘LIM E MATEMATICA: raccolta giochi’

Nell’introduzione del libro “Geometria in gioco” leggiamo:

“Qualcuno ha detto che un bambino rimane piccolo per poco tempo, poi ha tutta la vita per ricordare chi ha passato tempo a giocare con lui” (Reali e Barbiero, 2002)

Ora vi spiego brevemente il mio laboratorio+ gioco attivato in classe 2^ con il contributo di due testi:

Sempre seguendo il testo Geometria con la carta – Piegare per spiegare (Daniela Lucangeli, Mario Perona, Eugenia Pellizzari) già utilizzato per le linee (VEDI QUI),  abbiamo fatto un altro laboratorio alla scoperta della forma del RETTANGOLO (VEDI IN CLASSE 2^).

Lo stesso percorso si può fare per altre forme piane: quadrato, rombo e triangolo, sempre utilizzando come guida lo stesso testo.

In seguito ho preparato un gioco “a carte” ritagliando semplicemente le carte plastificate e colorate allegate al testo:

“Geometria in gioco” di Patrizia Fantuzzi.

P1090652

come spiego al termine dell’articolo di classe 2^ al link sopra.

 

 

 

Le carte da gioco sono un materiale facile da trovare e da utilizzare, quindi perchè non sfruttarle anche per imparare matematica?

1) Alcuni anni fa (a.s.2009-10) le ho utilizzate in classe, stimolata dalla lettura di “Alice nel Paese delle Meraviglie”: abbiamo giocato al  “Solitario” e  a “LA REGINA ROSSA”, una nostra versione di “Peppa tencia”o “Pedru Nigro”, vedi QUI  (postato su Alicemate in classe 3^).

Quest’anno sono in classe prima (a.s.2012-13) e non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di utilizzare il bel mazzo di carte giganti per imparare a contare.

Inoltre in Laboratorio di matematica nella scuola primaria attività per creare competenze”, a cura di Bruno D’Amore e Ines Marazzani, si trova un laboratorio per bambini di 5/6 anni per costruire e giocare con le carte romagnole. Questo esempio-guida fatto dai matematici ha rafforzato e stimolato il mio lavoro/gioco con le carte.

copertina libro  pagina libro

carte romagnole

carte romagnole

Noi abbiamo utilizzato le carte milanesi e non quelle romagnole, siamo lombardi e da noi si utilizzano queste.

mazzo di carte milanesi

Riporto brevemente il mio percorso che si potrà vedere meglio andando alle varie attività, utilizzando i link:

2) Quest’anno, il primo incontro con le carte l’ho programmato per la quantità 10 e relativi nome e simbolo numerico:0- LE CARTE IN ORDINE

abbiamo osservato le 40 carte  e scoperto che nel mazzo i numeri partivano da 1 fino a 10 (il re vale dieci) per tutti e quattro i diversi semi (cuori, quadri, picche e fiori). Ne abbiamo scelto uno dei quattro e abbiamo messo le dieci carte di quel seme nel nostro gruppo del 10.

IL DIECI CON LE CARTE DA GIOCO

In seguito ho utilizzato il mazzo di carte per giocare al gioco del Solitario, con tutti e 22 i bambini.

5- METTE IL 5

Questo gioco serve anche per  imparare che ogni numero ha un posto preciso (ordinalità) dal minore al maggiore, ma tenendo anche conto dell’altra caratteristica del seme che sta sull’altra coordinata: quindi bisogna fare attenzione a trovare il punto di incontro esatto fra le due coordinate! (Per vedere il lavoro clicca QUI e andrai in Classe Prima)

mazzetto rubato

3) E, quando ho  introdotto le addizioni,  perchè non imparare anche a giocare a “Rubamazzetto” (le regole del gioco le puoi ricordare QUI).

Noi, prima, abbiamo giocato tutti insieme con regole “scolastiche” per imparare, per fare le somme, oltre alla più semplice ricerca della stessa quantità e,  riuscire a vincere la partita! (clicca QUI per vedere il gioco di classe Prima)

4) Per  affrontare il percorso di comparazione fra grandezze: maggiore, minore e uguale: semplice da intuire, un po’ meno da utilizzare con i simboli matematici…  mi riattivo nella costruzione di un mazzo di carte da 1 a 10, di quattro colori, per un totale di 40. Mi riattivo perchè già cinque anni fa, in un’altra classe prima, avevo costruito delle carte da gioco per lo stesso obiettivo, anche se con alcune differenze date dal diverso contesto motivante.  Allora il gioco lo avevo chiamato: “La battaglia delle fate” (le istruzioni QUI ), che quest’anno è diventato “ La battaglia dei cannoni” dove ho modificato l’ordine delle palline, disponendole in cinquine, come suggerisce il metodo intuitivo di Camillo Bortolato che sto utilizzando.

Le istruzioni per la costruzione dei due giochini sono simili, ho modificato i disegni, traformato le stelle in palle disposte per cinquine, e ne ho fatte 40 per ricalcare il mazzo di carte tradizionale già conosciuto.

5) Ed eccoci tutti pronti a confrontare, vincere, perdere e combattere le piccole battaglie che porteranno alla vittoria o sconfitta della partita… “ La battaglia dei cannoni” (QUI in classe Prima)

le carte con le quantità dall'altra parte le carte con numero da un lato

Nelle foto sopra le due facciate di tutte le carte, quantità e simbolo sulla medesima carta: il davanti e il dietro.

Per scaricare le carte con le palline da stampare, ritagliare e plastificare in pdf: clicca qui

Per favorire il gioco a più coppie di bambini e velocizzarne le partite si può dividere il mazzo in più parti (10 carte ogni coppia) e darle per giocare liberamente anche durante l’intervallo.

gioco all'intervallo

Et voilà!  Buone partite “matematiche” a tutti!

Se volete scaricare il file notebook costruitosi alla LIM per le attività in classe relative a maggiore-minore-uguale, cliccate  QUI e seguite le indicazioni

Aggiornamento al 03.01.2015 (in classe 3^):

6) A fine seconda, utilizzando il testo “Geometria in gioco” preparo un mazzo di carte, con il materiale allegato al testo, già pronto da ritagliare, un po’ di spiegazioni vedendo le regole riportate:pagina istruzioni  Geometria in gioco

 

e si gioca con “LE CARTE GEOMETRICHE”

anche all’intervallo, nel dopomensa… rafforzando i concetti appresi!

Un gioco dell’Oca alla LIM

1- gioco alla LIM

Motivazione:

E’ da poco iniziato un nuovo anno e in classe Prima “Primaria” i bambini imparano a organizzare il tempo suddividendolo in momenti diversi, dove c’è un prima, un dopo, dove ci sono i giorni, la settimana, i mesi, gli anni… Quindi ho approfittato dell’inizio del 2013 per dare un’occhiata all’anno, anno in cui i bambini compiranno 7 anni.

Insomma la motivazione per prestare attenzione c’è, quindi al lavoro con anno e…  compleanni.

Idea:

Compleanno porta a regalo e allora ho pensato a un regalo un po’ matematico ma molto giocoso: un gioco dell’Oca.

Questo semplice gioco dell’Oca l’ho trovato su una scheda didattica pubblicata dalla rivista “L’ educatore” come verifica di matematica (scheda in pdf). 

Ho modificato la scheda scrivendo i comandi in stampato maiuscolo per favorire la lettura; l’ ho inserita in una slide del programma della lavagna interattiva (LIM) per poterla personalizzare con i bambini e in particolare per poter utilizzare il gioco con tutta la classe che guarda e … impara!

Obiettivi matematici:

– rinforzo della corrispondenza biunivoca, uso del numero nella sua connotazione cardinale e ordinale, utilizzo di addizione e sottrazione.

Regole:

Tutti conoscono le regole del gioco dell’Oca, (cliccate QUI se volete ripassare su wikipedia).

Quello che abbiamo utilizzato noi è molto semplice.

Materiale:

– Un tabellone con disegnato un percorso che inizia dal Via e termina all’Arrivo. Il nostro tabellone è alla  LIM o stampato in A4 per  giocare in coppia o in A5 per essere personalizzato, plasticato e regalato al compleanno.

– Uno o due dadi

– Piccoli oggetti come pedine per gioco a tavolino, per la LIM basta creare dei simboli anche con le penne creative (vedi foto in alto)

GIRO DELL'OCA PER COMPLEANNI

Svolgimanto del gioco:

Il percorso parte dal numero 1 arriva fino al numero 20.

Ci sono le caselle speciali con le Trappole o Fortune che bisogna leggere e rispettare (vedi immagine sopra)

Ogni giocatore procede lungo il percorso lanciando a turno uno o due dadi

Si vince se si giunge nella casella di Arrivo con con un lancio di dadi esatto, altrimenti si retrocede dei numeri  in eccesso.

Se volete vedere l’esperienza vissuta nella mia Classe Prima,  cliccate  QUI

Se volete scaricare il file notebook da utilizzare alla LIM,  cliccate  QUI (x gioco dell’oca alla LIM) e seguite le indicazioni

—————————————————–

Questa attività ha interessato anche obiettivi di altre discipline: convivenza civile e storia.

Se volete scaricare il file notebook costruitosi alla LIM per l’attività di storia (anno e compleanni), cliccate  QUI e seguite le indicazioni

La divisione con 2 cifre al divisore non è facile, ma con un po’ di allenamento si  impara!!!

Io quest’anno, con i miei alunni, ho voluto saltare la lungaggine di scrittura di moltiplicare il divisore per trovare quante volte “ci sta” nelle parti prese del dividendo ed evitare anche la sottrazione scritta nella colonna per trovare i resti. E’ stato un lavoro un po’ più impegnativo, ma forse si sono scoperte:

– l’utilità del calcolo mentale,

– l’uso delle proprietà delle operazioni, che al di là del nome servono a fare i calcoli più facilmente,

– la necessità di sapere le tabelline a “menadito”,

… insomma l’importanza del saper maneggiare bene le tecniche, ma insieme al … pensare per fare i calcoli.

Inoltre ho trovato un “gioco” on line per fare queste divisioni,  da seguire passo passo. Si può fare  alla LIM abbinandolo alla tastiera, o come ripasso, allenamento insieme o gioco di squadra  oppure individualmente al computer.  I comandi sono tutti sulla tastiera.

E’ semplice e i ragazzi hanno detto che è stato loro d’aiuto.

Potete scaricare questo gioco  CLICCANDO su  >DIVIS3.EXE”

Se volete vedere anche la procedura seguita da noi  cliccate   QUI e … leggete.

Lo scorso anno scolastico, classe 4^ primaria, per i primi giorni avevo preparato questo gioco da fare con il gruppo classe alla LIM.

Certo non è un gioco studiato  per  l’inizio d’anno, ma per noi era un inizio con l’aula Lim a disposizione e allora … GIOCHIAMO???
BATTAGLIA    STELLARE  (sulla falsariga della battaglia navale)
Materiale:
・    Tavola gioco con disegnato un piano cartesiano
(ascissa e linee parallele ad essa di un colore, ordinata e linee parallele ad essa di un 
altro colore)
・    stelle collocate sui nodi
・    2 dadi di differente colore,  es. rosso e blu, corrispondenti a quelli utilizzati per gli assi.

Svolgimento del gioco:

Da due a quattro giocatori o squadre. Disporre le stelle sui nodi.

Un giocatore per squadra lancia i dadi a turno  e controlla se i suoi numeri hanno “catturato” la stella collocata nel punto individuato dalle coordinate in base al colore e al numero del suo lancio.
Individuato il nodo, si conquista la stella che vi è posizionata e si continua a giocare. (alla lim si può spostare la stella nel “raccoglitore” della squadra che l’ha conquistata e così via…. oppure si fa una croce sopra la stella catturata con colori diversi per ogni squadra)
Il lancio è nullo se il nodo è vuoto e si passa il gioco alla squadra avversaria.
Vince chi conquista il maggior numero di stelle.

Obiettivi:
– Utilizzare il piano cartesiano
– Giocare in gruppo rispettando le regole stabilite

Idea e indicazioni

L’idea del gioco l’ ho trovata su una raccolta del Nucleo di ricerca di Rozzano (Università di Pavia), adattata poi per la lim. Clicca sul  link battaglia stellare per vedere il piano di gioco costruito con il Software Notebook e clicca QUI per andare nel blog di classe quarta.

Se volete fare un ripasso prima di giocare cliccate sui link piano cartesiano e ripasso, scrivendo al posto giusto le lettere A, B ecc,  sul piano della vostra lavagna prima o dopo il comando.

Buon anno scolastico a tutti!

L’ORTO CARTESIANO

Pubblicato: 12 maggio 2010 da lameladiodessa in LIM E MATEMATICA: raccolta giochi

Questo semplicissimo gioco (individuazione di coordinate cartesiane) non poteva mancare nella mia raccolta…

Scopo del gioco è quello di individuare sul piano cartesiano alcune coordinate per piantare i cavoli…attenzione al coniglio.

Scarica qui ORTO CARTESIANO> http://www.mediafire.com/?2jymy2jzzlz

LINEA DEI NUMERI

Pubblicato: 4 maggio 2010 da lameladiodessa in LIM E MATEMATICA: raccolta giochi

Ottima riproduzione virtuale della linea dei numeri entro il 20 con la possibilità di personalizzare l’intervallo numerico e la direzione delle “operazioni”.

Scarica qui> http://www.mediafire.com/?2iaj0mxemul