Insegnare con IL METODO ANALOGICO

Pubblicato: 7 gennaio 2013 da alicemate in DIDATTICA, NUOVE TECNOLOGIE, SCUOLA E PEDAGOGIA POPOLARE
Tag:, , , , ,

CORNICETTA 2

Sono stata al Corso di Formazione per insegnare con il Metodo Analogico

“Il modo più semplice e naturale per apprendere”, come spiega con convinzione il relatore e sperimentatore,

maestro e pedagogista,  Camillo Bortolato.

Io quest’anno  insegno matematica in classe prima,  sto utilizzando il suo materiale e cerco di seguirne i consigli e la metodologia.

Quindi è stato un regalo poterlo andare ad ascoltare.

Nella locandina si legge il programma  di presentazione di  questo nuovo modo di insegnare,  in particolare la matematica.

corso Bortolato

Sono stata soddisfatta dall’ascolto di questo nostro Collega che lavora con dolcezza, fermezza e audacia.

Vi scrivo alcune frasi che mi sono appuntata tra un sorriso e qualche  risata di condivisione dei momenti di vita nella scuola.

Sì, perchè questo rinnovamento viene dal basso,  da un maestro come noi che ha lavorato e lavora ogni giorno con una classe di bimbi che crescono e che chiedono di capire…

Rinnovare allora, ma con prudenza, questa non è epoca di emozioni genuine!

Per capire come fare,  prova ad essere tu un bambino!

Guarda i bimbi bravi e impara la loro facilità, così ti salvi!

Il metodo analogico è il modo normale di apprendere.

Non ci vogliono pensieri ma spensieratezza,  come attraversare un ponticello… non bisogna capire ma perdersi!

Quanta matematica per attraversare un ponticello!

Bisogna essere aperti, aperti ad accogliere il mondo…

L’interfaccia infantile di apprendere è quella del computer dove si legge per immagini, si impara subito senza leggere le istruzioni.

interfaccia

Il mouse è la vita, la tastiera è la cultura.

Il touch screen, schermo tattile, è ancora meglio.

L’intelligenza viene nutrita, non costruita!

Non c’è nulla di giusto o sbagliato nell’insegnamento, ma c’è il posto giusto, il momento giusto per dare certi insegnamenti piuttosto che altri.

Partire dal basso: la metafora della montagna

LA MONTAGNA

dunque  bisogna partire dalla quantità, per passare ai nomi e infine ai simboli scritti, cioè: prima la semantica, poi il lessico e infine la sintassi.

Non voglio relazionare l’intero corso, non potrei… ma nel sito di Camillo Bortolato ci sono molte spiegazioni con video per chi vuole capire il METODO ANALOGICO, e conoscere I MATERIALI  da utilizzare per seguire il percorso indicato.

——————————————–

Io per ora sto mediando fra innovazione e tradizione, fra metodo analogico e curricolo di Istituto, impegnandomi a fare del mio  meglio, senza strappi ma con decisione.

Se volete vedere alcuni passaggi potete andare al blog della mia CLASSE  PRIMA dove pubblico un po’ di vita scolastica…

per i genitori e i bambini:

il  primo articolo QUI,

i numeri fino al 10 QUI,

calcolo delle quantità, quando tutti i bambini hanno avuto il materiale,   QUI

per tutti i post  sulla matematica clicca QUI.

Ci sono anche molti materiali da utilizzare con la LIM per chi ne avesse la possibilità, io utilizzo questo

Apprendere-con-il-metodo-analogico-e-la-LIM-KIT-libro                                                      che contiene una bella linea del 20 interattiva. CORNICETTA

 

Ho trovato questo video preparato proprio per il corso del 4 a cui ho partecipato:

Clicca QUI o sull’immagine per vederlo

MILANO 2013

commenti
  1. renata scrive:

    Bellissimo, grazie della condivisione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...