ALLA… MENSA SCOLASTICA

Pubblicato: 3 ottobre 2010 da alicemate in SPAZIO MENSA
Tag:, , , ,

Durante la scorsa estate ho provato a pensare a qualche idea da utilizzare nel momento della mensa di una scuola primaria, momento che nella mia scuola aveva iniziato i primi passi… poi non ho più pubblicato… Ora la scuola è ripartita, vedo che in molti visitano il blog, forse leggono,  scaricano e forse utilizzano qualcosa, forse prendono spunto, migliorano, adeguano… quindi  perchè non pubblicare????…. a voi…

…. Se io “dovessi” prestare servizio in una mensa scolastica … o se “dovessi” iscrivere i miei figli ad una scuola a tempo pieno…. (questo solo per riuscire a immedesimarmi al meglio)

Come “vorrei” la mensa di questa scuola? (perdonate i tempi dell’irrealtà)

tenendo fermi alcuni punti concreti:

  • è la mensa di una “scuola”, dove ci si si occupa di formazione
  • è un momento educativo, non un banchetto
  • gli insegnanti presenti stanno lavorando, la mensa è parte del loro orario di servizio effettivo, quindi sarà necessario che tale momento sia strutturato nel rispetto di un preciso programma di attività formativa

Gli addetti all’organizzazione e alla consumazione educativa dei pasti dovrebbero dedicare attenzione a tutto ciò che concerne l’alimentazione, a spazi, tempi e relazioni ad essa collegati.

Le modalità per far ciò sono sicuramente molte, io provo a delinearne alcune.

Si potrebbero stabilire dei  temi attinenti al pranzo che attirino l’attenzione dei commensali, stimolino l’interesse a questo momento conviviale e/o ne inneschino altri.

Argomenti possibili:

– L’apparecchiatura della tavola: “attaccare, indagare” l’argomento tramite le varie discipline scolastiche o altro. L’apparecchiatura e la  matematica: la forma delle stoviglie, dei tavoli, la quantità di piatti, bicchieri o posate sulla nostra tavola o su quella di un banchetto matrimoniale … l’apparecchiatura nella storia, nel mondo; con la lingua italiana, ( nomenclatura e  letteratura…), l’apparecchiatura nell’arte (attraverso quadri e colori), utilizzando nomenclatura in altre lingue;  scienze e tecnologia ( corretto uso di attrezzature per sminuzzare, sorseggiare, come e quando, perché utilizzarle a favore di una corretta alimentazione).

….e per il  nostro futuro…  eco-sosteniamoci!! (attivare comportamenti e utilizzo di materiali che  siano  in armonia con il rispetto e la valorizzazione dell’ambientenaturale)

Lo stesso percorso più essere attivato con altri numerosi “soggetti da mensa”: l’igiene a tavola, il pane, l’acqua, la verdura, la frutta, … L’argomento/tema può essere ogni alimento che riteniamo opportuno approfondire o far conoscere e …assaggiare!!

Buona fortuna!!

Ma in che modo si possono affrontare gli argomenti?

I ragazzi stanno mangiando.

Gli operatori devono servire, vigilare, aiutare  e dare l’esempio mangiando….!?!

… tutto da inventare, provando e aggiustando…

Per esempio iniziando a mettere un cartello con il titolo dell’argomento, questo serve già a visualizzare e attirare l’attenzione, poi…in alcuni momenti di attesa … lanciare un quesito, leggere un indovinello, una filastrocca, il titolo di una favola ….inerente all’argomento e … forse i ragazzi si animano di curiosità, dimenticando anche la presenza nel piatto di alcuni cibi non graditi … beh non so, io nella mia mensa ci proverei!!

Poi si possono preparare cartelloni/puzzles da comporre, un pezzo ciascuno al termine di ogni portata … cestini con cartellini di nomi da “pescare”, leggere, collocare correttamente…

Chi prepara le attività?

Ognuno di noi è “grande” in qualcosa, quindi fa meno fatica ad essere divertente, perché il gioco, il divertimento non è facile da attivare, bisogna essere preparati… Allora: chi conosce meglio l’italiano può sbizzarrirsi usando la sua competenza anche nelle ore di mensa!! Chi lo è in cucina con ricettari, chi legge trovando letture…

Alcuni esempi…

– L’uso delle parole ha un preciso significato, nasconde metafore simpatiche che si possono presentare sotto forma di indovinelli , rebus, cruciverba, acronimi, possiamo formare audaci ossimori, sorprendenti sinestesie, e divertenti ipallagi…

– L’uso della misura del tempo con clessidre, cronometri, orologi per calcolare i nostri tempi “per finire i le carote”, i tempi di attesa, di silenzio… ; le bilance per pesare gli alimenti; le frazioni per mangiare una metà o due metà o tre metà, ma mai una mela intera?? …

Metto il link per un sito interattivo sull’educazione alimentare dove attingere idee e … dare le nostre!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...